Alps Hockey League
Rheinhalle Lustenau (AUT)
18/12/2018 | ore 19.30
team-lustenau
EHC Alge Elastic Lustenau
L 2:3
team-broncos-wipptal
Broncos Weihenstephan

Sconiftta di misura a Lustenau

mercoledì 19 dicembre 2018

2018-11-22-wsv-ehc-hi
Nonostante una dura battaglia non basta per sconfiggere la squadra del momento. La tripletta di Wilfan piega i Broncos.
Come se il compito non fosse già abbastanza difficile contro la seconda in classifica, gli stalloni non solo devono fare a meno degli infortunati Tobias Kofler e Dino Andreotti, ma sono orfani anche dell’ammalato Kyle Just nonché del loro head coach Ivo Jan, a sua volta a letto per malattia. Nonostante tutto ciò, i Broncos fanno una buona partita, ma rimediano una sconfitta per 2-3 che sta stretta ai biancoblu.
Il primo drittel porta la firma dei padroni di casa. Il Lustenau si è rinforzato ancora settimana scorsa con il goalie Corbeil ed il centro Arkiomaa, giocatori di indubbio valore prelevati rispettivamente dal club di EBEL di Zagabria e dall’ Esbjerg del massimo campionato danese. All’11° minuto i Vorarlberger passano in vantaggio, quando Wilfan sottoporta devia un polsino di Winzig. A poco meno di tre minuti dalla fine, Brandon McNally viene mandato in panca puniti da solo per ben quattro minuti, perché pareggia i conti con Grabher-Meier che poco prima lo aveva colpito con un pugno in faccia, inspiegabilmente non punito dalla coppia arbitrale. I padroni di casa sfruttano questa situazione di superiorità numerica quasi regalata con 44 secondi rimasti sull’orologio, ed è di nuovo Wilfan con una deviazione dalla breve distanza a sconfiggere Vallini.
L’intervallo fa bene agli stalloni, ed al 26° minuto Jure Sotlar accorcia le distanze con un polsino chirurgico dal cerchio d’ingaggio. Questa rete dà ancora più energia ai Wipptaler, mentre i padroni di casa ricorrono sempre di più ai mezzi fisici. Dopo che Oberscheider si vendica su Hackhofer con un cross check da tergo per una carica regolare subita poco prima, e dato che inizialmente questo fallo non viene segnalato dagli arbitri, Oberdörfer pernde in mano la situazione. Alla fine, oltre ad “Obi” viene espulso anche Oberscheider per la carica con il bastone. In quattro contro quattro giocano quasi soltanto i Broncos, e un minuto più tardi Winzig non sa come difendersi contro Sotlar e fa ricorso ad un’altra dura e pericolosa carica da tergo con il bastone.
Nel powerplay che risulta, il primo a dover salvare la situazione però è Vallini che para abilmente contro D’Alvise in fuga dopo l’ingaggio, ma poi seguono occasioni d’oro per Sotlar e McNally, sulle quali Corbeil dimostra la sua abilità. Alla fine però, con 36 secondi rimasti della penalità contro Winzig, Roland Hofer mette una sassata di prima sul palo distante e dopo 31:30 minuti la partita è di nuovo apertissima anche dal punto di vista del risultato. Grazie all’eccellente lavoro difensivo dei Broncos, il Lustenau riesce a concludere soltanto sporadicamente, mentre il goalie di casa non può lamentarsi per mancanza di lavoro. Poco dopo una penalità contro McNally per colpo con il bastone, Tschernutter carica pericolosamente in balaustra il capitano dei Broncos Hackhofer, ed Oberdörfer lo fa rispondere di questo fallo.
Quindi in questa partita caldissima dopo 40 minuti si ritorna negli spogliatoi sul parziale di 2-2, e dopo 2:16 minuti nel terzo tempo arriva il gol che decide la partita: Dopo un onetimer potente ed insidioso di Koczera da posizione angolata, Vallini non riesce a trattenere il disco, e dalla mischia furibonda che scaturisce, è ancora Wilfan che in qualche modo riesce a spingere il puck oltre la linea. Gli stalloni ce la mettono tutta, ma non riescono a strappare il gol del pareggio.
loader