Broncos decimati senza chance

venerdì 24 agosto 2012

team-regensburg
Subito all'inizio è chiaro che i Broncos oggi possono solo tentare di evitare il peggio, dato che sopratutto le prime due linee del Regensburg riescono a fare tantissima pressione grazie alla loro classe superiore. Gli stalloni, ancora senza imports ed orfani di Kofler, Sottsas e Braito, non riescono a rispondere in fase offensiva, e sopratutto in difesa c'è ancora bisogno di limare sul posizionamento per poter far fronte ad avversari di questa classe.

Così passano solo tre minuti fino a quando Fical libera idealmente il suo compagno Piecha, il quale solissimo può mettere il disco nella rete deserta. I Broncos prendono fiato soltanto al quinto minuto e cominciano a pensare ad attacare. Però sono ancora gli ospiti a passare al decimo minuto con Sicinski, il quale allunga a 2 a 0. Poco prima della pausa, Hannes Stofner ruba il disco dalla stecca di un difensore avversario sulla linea blu del Regensburg, ma sbaglia la mira solo davanti a Cinibulk, mentre Alex Lanz allo scadere del tempo riesce a sorprendere il portiere ceco-tedesco con un polsino preciso dalla blu, il quale s'infila esattamente all'incrocio dei pali.

Nel secondo tempo sono ancora gli ospiti della "Città del Duomo" a dettare il ritmo, ma i Broncos cominciano a trovare il metodo giusto per tener duro contro un avversario decisamente superiore. Mario Dörfer al 23° si dimentica di togliere la gamba davanti a Tobias Fink, ma i Broncos non riescono ad approfittare della superiorità numerica. Solo dieci secondi dopo il termine della penalità, è lo stesso Dörfer a provare il guanto di Steinmann, il quale non riesce a trattenere il disco, permettendo a Detterer di insaccare il gol del 3 a 1. Alex Lanz fa tremare l'incrocio dei pali prima che al 33° la rete dei Broncos si gonfia di nuovo, quando la difesa di casa perde la posizione e Michl può sparare a botta sicura dal cerchio d'ingaggio destro. La rete del 2 a 4 a firma di Simon Baur solo 40 secondi dopo è praticamente la fotocopia della rete di Michl ed i Broncos in seguito trovano altre buone occasioni. Una doppia superiorità numerica di ben 101 secondi però non da frutti, nonostante Patrick Mair trovasse una ghiotta occasione sottoporta, e subito dopo si aprono le saracinesche. In soli 50 secondi Steini si deve arrendere ben tre volte e la partita è chiusa.

Il terzo tempo vede il giovane Tobias Ninz nella gabbia degli stalloni, il quale dà una prova convincente. Non può fare null sulle reti di Piecha e Walter, ma a parte queste sfodera qualche buona parata. Del resto non ci sono tante azioni degne di nota.

Come conclusione c'è da dire che l'EV Regensburg con otto giocatori tra imports e doppi cittadini ha decisamente più talento nelle proprie file e che i Broncos, ai quali mancano giocatori importanti, sapevano già prima della partita di affrontare una durissima prova. Comunque gli stalloni hanno ancora ampi margini di miglioramento, e domenica sarà la migliore occasione per alzare la testa.

Risultato:

Gesamt
1.2.3.
Broncos
2
11
0
Regensburg 9
25
2

Reti:
Tempo
TeamReteAss1
Ass2Tipo
02:51EVRPiecha

5-5
09:59
EVRSicinski
Feuerecker
Brandt
5-5
19:59
WSVLanzErlacher

5-5
25:04
EVRDettererDörfer
Menauer
5-5
32:07
EVRMichlSelea
Sicinski
5-5
33:34
WSVBaurFink

5-5
38:46
EVRHuber S.
Huber D.
Tahedl
5-5
39:23
EVRFical
Ancicka
Piecha
5-5
43:52
EVRPiecha
Fical

5-5
45:52
EVR
Welter
Huber D.

5-5

Penalità:

2 min
5 min
10 min
20 min
Broncos
00
00
Regensburg 4000

Broncos:
Porta:Steinmann, Ninz
Difesa:Baur, Messner, Pircher, Ramoser, Scardoni, Steiner
Attacco:Fink, Wieser, Mair; Stofner, Lanz, Erlacher; Kruselburger, Oberrauch, Mantinger

Regensburg:
Porta:Cinibulk, Leserer
Difesa:Prantl, Schmitt, Welter, Rehthaler, Hlavacka, Feuerecker, Helmrath, Ancicka
Attacco:Menauer, Michl, Tahedl, Huber, Fical, Brandt, Detterer, Dörfler, Sicinski, Piecha, Selea, Huber
loader